Contratto di lavoro in Svizzera

Quando due persone si mettono d’accordo che una svolga un lavoro per l’altra a fronte del pagamento di uno stipendio si costituisce un contratto di lavoro che comporta diritti e doveri tra cui: l'obbligo di adempiere un lavoro, l'obbligo di pagare lo stipendio e le prestazioni sociali e il diritto alle vacanze.

Il primo impatto con un contratto lavoro in Svizzera lascia un po' spiazziati quando si è abituati a molte pagine e molte firme. Il contratto di lavoro deve contenere almeno il nome delle datore di lavoro e del lavoratore, la data d’inizio, il lavoro da svolgere e lo stipendio pattuito per esso e molte volte questo è tutto ciò che viene riportato su di un semplice foglio. Ciò che non viene scritto nel contratto è spesso disciplinato da altre leggi o regolamenti, in particolare dal Codice delle obbligazioni svizzero e dai Contratti collettivi di lavoro quando esistono e sono applicati.

I diritti e gli obblighi dei lavoratori sono disciplinati, oltre che mediante un contratto di lavoro individuale e il Codice delle obbligazioni, da contratti collettivi di lavoro (CCL) che si applicano a un settore o a un’azienda e sono negoziati tra i sindacati e un datore di lavoro o un’associazione di datori di lavoro. Il CCL contiene disposizioni in merito alla conclusione e al contenuto del contratto di lavoro individuale, ai diritti e doveri delle parti fra loro e al controllo e all’applicazione del CCL. Per talune categorie professionali, che solitamente, le autorità rilasciano cosiddetti contratti normali di lavoro.

Gli impiegati hanno diritto a 4 settimane di vacanze all’anno e quando si hanno meno di 20 anni si ha diritto a 5 settimane. Il contratto di lavoro (o il contratto collettivo di lavoro) può prevedere più settimane, ma non meno. Poiché le vacanze servono al riposo non possono essere compensate in altro modo come potrebbe essere un’indennità economica. Se la durata del contratto è breve o se il lavoro non ha orari regolari è possibile farsi pagare la quota vacanze alla fine di ogni mese assieme allo stipendio ma è indispensabile che l’importo sia proporzionato alle vacanze e che sul conteggio dello stipendio risulti separatamente. 

Un aspetto a cui non si abituati è che nel diritto svizzero non viene definito alcuno stipendio minimo. Questo significa che l’ammontare dello stipendio viene concordato al momento dell’assunzione tra il datore di lavoro e il lavoratore. Nel caso di malattia, infortunio, servizio militare ecc., la legge prescrive tuttavia che si deve continuare a pagare lo stipendio per un periodo limitato che dipende dalla durata del contratto di lavoro. L’obbligo del pagamento dello stipendio subentra soltanto a partire da una durata contrattuale di tre mesi ed il lavoratore è tenuto a giustificare la sua assenza mediante la consegna di un certificato medico al datore di lavoro.